Generale & News Qualcomm

Qualcomm presenta i primi chip con Wi-Fi 802.11ax

Salve community, l’azienda Qualcomm ha appena presentato i nuovi chip SoC IPQ8074 e QCA6290, compatibili con il nuovo standard 802.11ax. Si tratta di SoC destinati a infrastrutture di rete come router e punti di accesso e dispositivi WiFi, questo perché sono progettati per avere una velocità di connessione più efficiente anche all’interno di aree particolarmente affollate il tutto con una migliore gestione dell’autonomia e quindi delle batterie. Sono supportatati 12 flussi (8 sotto 5GHz, 4 sotto 2.4GHz) 8×8 MU-MIMO con i canali a 80MHz.

Ma cos’è 802.11ax?

Si tratta del nuovo standard Wi-Fi che sarà retro-compatibile con le tecnologie precedenti e si concentra non solo sulle velocità di trasferimento dati, ma anche sulla capacità della rete in ambienti sovraffollati.

Di seguito vi riportiamo le principali caratteristiche delle due soluzioni proposte da Qualcomm:

IPQ8074

  • SoC compatibile con lo standard 802.11ax destinato al mondo business, specie infrastrutture di rete come router e punti di accesso;
  • x4 in termini di capacità;
  • Configurazione 12×12;
  • Uplink e downlink MU-MIMO;
  • Supporto di otto flussi da 80MHz;
  • Fino a 4.8Gbps;
  • Qualcomm WiFi Self-Organizing Network (SON);
  • Riduzione delle interferenze in aree ad alta densità;
  • CUP quad-core a 64-bit A53;
  • Dual-core network accelerator;
  • Design a 14nm;

QCA6290

  • SoC compatibile con lo standard 802.11ax destinato al settore consumer e business (casa, ufficio, automotive);
  • x4 in termini di capacità nelle aree ad alta densità;
  • Ssupporto a 2×2 MU-MIMO;
  • Fino a 1.8Gbps tramite Dual Band Simultaneous (DBS) combinando le bande da 2.4 e 5GHz;
  • Riduzione dei consumi della batteria di 2/3;
  • Adatto al video streaming in 4K Ultra HD, condivisione dei contenuti, video-conferenze, trasferimento di file, Gigabit in-car WiFi hotspot, sistemi di infotainment, screen mirroring e video streaming multipli.

Entrambi i SoC saranno disponibili entro la prima metà dell’anno, e i primi dispositivi pienamente compatibili dovrebbero arrivare entro la fine del 2017. Cosa ne pensate?

Fonte

Sono presenti link non funzionanti nell'articolo? Segnalalo tramite commento, grazie della collaborazione

Informazioni sull'autore

LucaH2

CEO e Fondatore di questo blog, sono un perito industriale capo-tecnico specializzazione Chimica, ma amo la tecnologia. Sono un appassionato di tutte le novità tecnologiche, con abbastanza esperienza sui sistemi di rete, hardware e software.

Oltre alla tecnologia un’altra grande passione sono le auto e le competizioni, ho abbastanza esperienza nella realizzazione e progettazione di vetture monoposto e biposto.

Categorie

Commenti Recenti